Olio di pesce ed infiammazione

olio di pecce ed infiammazionePer diversi anni all’olio di pesce, ricco in omega-3 a catena lunga, è stata riconosciuta la capacità di abbassare il livello di infiammazione nel corpo, per cui diversi medici e nutrizionisti consigliavano di assumere l’olio di pesce regolarmente attraverso il consumo del pesce stesso oppure assumendo delle capsule contenenti questi grassi.

Un recente studio ha voluto verificare se era vero che assumendo tutti i giorni gli omega-3 marini, quindi a catena lunga (3.5 g al giorno) questi fossero in grado di abbassare il livello di infiammazione misurabile nel sangue.

A dei volontari è stato chiesto di assumere per 12 settimane 3.5 g di olio di pesce equivalente a 1.5 g di grassi polinsaturi.

In queste 12 settimane non si è visto un calo dell’infiammazione ma in realtà si è visto un leggero aumento!

In un altro studio si è vista la stessa cosa ossia che un apporto costante ed elevato di olio di pesce aumenta il livello di infiammazione e ciò potrebbe favorire lo viluppo dell’arteriosclerosi, ma sempre in questo studio si è visto che un piccolo apporto può ridurre l’infiammazione.

Il problema potrebbe essere da attribuire al fatto che oggi il pesce è pesantemente inquinato, per cui con l’assunzione degli omega-3, i quali potrebbero essere protettivi, assumiamo molte tossine che possono favorire l’infiammazione. Inoltre non è da escludere che parte dell’olio presente negli omega-3 è ossidato, quindi questi acidi grassi ossidati potrebbe favorire l’infiammazione.

Comunque indipendentemente dalla causa è chiaro, sopratutto da quest’ultimo studio, che non bisogna esagerare con l’olio di pesce ma ci si deve limitare ad assumere piccole quantità occasionalmente. Per quanto riguarda il consumo di pesce non si dovrebbe andare oltre la dose di una volta alla settimana. Per i supplementi invece di assumere 6 capsule al giorno, come spesso viene indicato su molte confezioni si potrebbe limitarsi ad una capsula al giorno, oppure 6 capsule in un colpo solo una sola volta alla settimana.


Conclusione: assumere troppi omega-3 di origine marina (olio di pesce) sembra aumentare il livello di infiammazione nel sangue che potrebbe portare allo sviluppo di malattie cardiocircolatorie per cui è bene non consumarlo tutti i giorni ma solo occasionalmente.


 

Riferimenti:
http://www.nature.com/ejcn/journal/v63/n11/pdf/ejcn200963a.pdf
http://www-05.all-portland.net/cs/105/0013/1050013.pdf

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento